COSTI DELLA POLITICA: IL COMMISSARIO PREFETTIZIO TAGLIA I FONDI DA DESTINARE A GRUPPI E CONSIGLIERI COMUNALI DA 42 MILA A 14 MILA EURO. LA MAGGIORANZA RESPINGE LA PROPOSTA DEL M5S DI CONGELARE I 14 MILA EURO PER DESTINARLI ALL’EMERGENZA ABITATIVA

COSTI DELLA POLITICA: IL COMMISSARIO PREFETTIZIO TAGLIA I FONDI DA DESTINARE A GRUPPI E CONSIGLIERI COMUNALI DA 42 MILA A 14 MILA EURO. LA MAGGIORANZA RESPINGE LA PROPOSTA DEL M5S DI CONGELARE I 14 MILA EURO PER DESTINARLI ALL’EMERGENZA ABITATIVA
di Sabrina Zocco
Nella seduta consiliare che ha preceduto quella delle dimissioni del consigliere comunale Menegardo di Sel ci sono volute tre ore perchè il consiglio votasse le percentuali di ripartizione dei fondi destinati a consiglieri e gruppi: 30% ai gruppi 70% ai consiglieri (percentuali perlatro già in uso e quindi solo da confermare!) dei 14 mila euro (contro i 42 mila messi a bilancio dalla precedente amministrazione) messi a bilancio dal commissario prefettizio a fronte di una spesa di gruppi e consiglieri di 15 mila euro nel 2012. Bollato come strumentale e respinto dalla maggioranza (che in passato ha destinato parte dei fondi di gruppi e consiglieri ai terremotati ) l’emendamento del M5S che chiedeva di congelare i fondi e destinarli anziché alla “casta” all’emergenza abitativa. Respinto anche il sub-emendamento del consigliere Ciro Cesarano, che ha fatto sua la proposta del M5S e anche quello di Zonca, che non ha potuto a fare a meno di fare una proposta tutta sua di percentuali di 40% ai consiglieri e 60% ai gruppi accusando il Pd di aggiudicarsi la gran parte dei fondi avendo il maggior numero di consiglieri “che hanno usato i 50 euro al mese dei rimborsi – ha affermato Zonca – per farsi la ricarica del cellulare”. Accuse respinte al mittente da più consiglieri della maggioranza, tra cui il giovane Marco Tarantola del Pd che ha detto di “non sentirsi casta” e spiegato che per far politica occorrono i soldi “altrimenti la fa solo il padrone di turno che i soldi li ha.

1 comment for “COSTI DELLA POLITICA: IL COMMISSARIO PREFETTIZIO TAGLIA I FONDI DA DESTINARE A GRUPPI E CONSIGLIERI COMUNALI DA 42 MILA A 14 MILA EURO. LA MAGGIORANZA RESPINGE LA PROPOSTA DEL M5S DI CONGELARE I 14 MILA EURO PER DESTINARLI ALL’EMERGENZA ABITATIVA

  1. massimiliano povia
    11 agosto 2013 at 17:09

    casta o non casta, questo e il dilemma!!
    Non entro nel merito delle % di divisione o dell utilizzo di questo fondo, entro nel modo di pensare a questo fondo: 2/3 del anno sono passati, e con lui giustamente anche i 2/3 di tale fondo; quale grande sforzo si doveva fare per rinunciare anche a questo 1/3? Personalmente penso solo ad una volontà di rientrare dalle spese elettorali sostenute….
    Le parole del sig Tarantola, completate da ” se chiamo al cellulare un collega consigliere è a mio modo di vedere fare politica”, sono l’ esempio di come si intende farla a spese della comunità e , fino a questo momento, a danno della stessa.
    Penso che comunque abbia una tariffa you & me con il suo mentore!!!
    Purtroppo non siamo lontani dal capire effettivamente con chi si sta parlando, chi sono i veri interlocutori, i mentori di alcune persone presenti in consiglio…..Alcune, non tutte…

Lascia una risposta